Con l’arrivo dell’estate, è importante pianificare le vacanze con un occhio di riguardo per il proprio amico a quattro zampe. Infatti, accade spesso che molti padroni di cani e di gatti non riescano a lasciare in città i propri animali, ma si informino per tempo per prenotare in strutture alberghiere in cui sono i benvenuti. 

Quali sono queste strutture? Quelle definite pet friendly: il significato di questa “etichetta” rimanda alla volontà dell’albergo, della spiaggia o del ristorante, di ospitare anche gli animali domestici al proprio interno. Spesso viene fatta una lista degli animali ammessi e degli animali non ammessi, in modo che i padroni possano sapere – in anticipo – come organizzare le proprie vacanze. 

Purtroppo alcuni, se non trovano strutture adeguate a cui affidare i propri animali, optano per l’abbandono: questa azione, oltre ad essere deplorevole, è anche perseguibile per legge. Del resto, è possibile affidare – limitatamente al periodo delle ferie – il proprio pet ad una pensione per animali nella quale il personale si prenderà cura di lui.

Vediamo quindi come scegliere l’albergo e il mezzo di trasporto più adatto al tuo animale (e alla sua stazza) e come poter organizzare le vacanze estive in sua compagnia.   

Hotel Pet Friendly

Se appartieni al 50% delle famiglie che decide di viaggiare insieme ai propri animali, allora uno dei primi problemi che ti sei posto è relativo all’hotel: animali ammessi e soprattutto non ammessi sono descritti all’interno del sito della struttura alberghiera, insieme ai principali servizi connessi. 

Infatti, quando scegli un hotel pet friendly devi assicurarti che siano presenti almeno alcuni di questi comfort: 

  • Assistenza veterinaria: chi viaggia con i propri animali domestici sa bene quanto sia importante poter avere un veterinario nei paraggi che possa intervenire prontamente nel caso in cui il tuo cucciolo dovesse sentirsi male.

  • Spazio all’aperto: soprattutto se il tuo compagno di viaggio è un animale di taglia grande, devi assicurarti che sia disponibile uno spazio all’aria aperta in cui possa correre e divertirsi insieme a te;

  • Ciotola in camera: anche se sicuramente avrai messo in valigia la sua ciotola preferita, spesso gli hotel con animali ammessi predispongono una ciotola in camera per dare il benvenuto a questo “ospite speciale”. Insieme ad essa, può accadere che vengano dati in omaggio dei giochi per aiutare il tuo pet ad ambientarsi meglio nella sua casa di vacanza.

  • Pet sitter: chi sceglie di andare in vacanza con il cane o con il gatto, lo fa perché desidera trascorrere del tempo con lui; tuttavia può capitare di volersi ritagliare qualche ora solamente per sé stessi, magari per una cena romantica tête-à-tête: in questo caso, poter usufruire del servizio di pet sitting può fare davvero la differenza; 
  • Servizio di tolettatura: in alcuni degli hotel con animali ammessi è disponibile la possibilità di portare a tosare o lavare il proprio animale domestico. Soprattutto se ti trovi in una località balneare, potresti avere la necessità di rimuovere la sabbia o la salsedine dal pelo. 

In ogni caso, è fondamentale assicurarsi prima di prenotare che la struttura individuata sia realmente un hotel pet friendly: Italia e estero non fanno differenza da questo punto di vista. Basta inviare una mail esponendo la propria situazione o richiedendo l’elenco degli animali ammessi. 

Animali ammessi in spiaggia

Una delle mete più ambite dell’estate il mare, soprattutto da coloro che desiderano passare del tempo con il proprio pet. Se hai un cane, allora non vedrai l’ora di portarlo a fare il bagno in mare aperto, soprattutto se si tratta di un animale di taglia grossa. 

Spiaggia Pet Friendly

Infatti, i cani sono dei perfetti nuotatori ed è importante abituarli fin da cuccioli ad avere familiarità con l’acqua, a meno che non si tratti di un “cane bagnino”: in quella eventualità, è tutt’altra storia!. 

In ogni caso, prima di portare il tuo animale in spiaggia, ricorda che spesso nei lidi privati non sono ammessi (se non magari la mattina presto entro le 8). Tuttavia, nelle spiagge pubbliche, seguendo le regole indicate, potrai vivere emozioni indimenticabili con il tuo amico a quattro zampe: per questo, non dimenticare di portare con te questi oggetti quando ti rechi in una delle spiagge pet friedly

  • Ciotola e acqua dolce: come per gli esseri umani, anche i cani hanno bisogno dell’acqua fresca per idratarsi correttamente durante la giornata, soprattutto se fanno attività sportiva (ad esempio, nuotano) o se si espongono al sole per molto tempo. È opportuno quindi avere sempre con sé un portabottiglie con acqua dolce e una ciotola dove poter far abbeverare il tuo pet.

  • Asciugamano e ombrellone: anche i cani possono essere soggetti a colpi di calore e di conseguenza è importante proteggerli, magari assicurandogli un asciugamano in un punto di riposo all’ombra.
     
  • Sacchetti per deiezioni: la spiaggia è un luogo condiviso e per questo devi porre particolare attenzione a raccogliere i rifiuti organici prodotti dal tuo amico a quattro zampe. 

Non temere, il nostro paese è particolarmente pet friendly: spiagge italiane e lidi nascosti potranno accogliere il tuo amico a quattro zampe, accogliendolo a braccia aperte. 

Viaggiare con animali 

Se individuare la struttura alberghiera che ti ospiti non è un problema, al contrario viaggiare con gli animali richiede maggiore pianificazione. 

Infatti, a seconda che tu decida di viaggiare con un cane o un gatto e in base alle dimensioni del pet, cambia notevolmente la normativa e soprattutto mutano le eventuali limitazioni: per questo è fondamentale consultare le linee guida che vengono fornite dalle varie compagnie aeree, piuttosto che da quelle del treno che preferite. 

Un’alternativa a queste prime due è l’automobile: si tratta di una soluzione vantaggiosa soprattutto per i padroni dei cani, dato che è probabile che  il loro amico a quattro zampe sia abituato a questo genere di trasporto. In ogni caso, ricordate di fare delle pause consentendo all’animale di sgranchirsi le zampe e bere dalla propria ciotola.

Lo stesso, purtroppo, non si può dire dei gatti che – forse perché meno abitati agli spostamenti – soffrono spesso di cinetosi, ossia di mal d’auto: è importante ricordare che, per legge, i felini devono viaggiare all’interno del trasportino o gabbietta

Viaggiare con gli animali

Per le tratte più lunghe, diventa spesso necessario viaggiare con animali al seguito in treno o in aereo. Viaggiare con gli animali in treno è facile: infatti, devi procurarti un trasportino delle dimensioni 70x30x50 e prepararti a tenerlo sulle gambe per il viaggio. In questo caso, ricorda di portare con te anche un “tappetino assorbente” di ricambio, in modo da poterlo cambiare durante il viaggio. 

Nel caso invece tu voglia viaggiare con un cane in treno hai due alternative: la prima è quella di farlo viaggiare come un gatto (ossia all’interno della gabbietta), altrimenti – nel caso in cui si tratti di un animale di stazza grossa – dovrà tenere sempre il guinzaglio e la museruola. 

A questo proposito, è opportuno informarsi sul costo del biglietto di viaggio per animali sui treni: spesso corrisponde al 30% del costo del tuo, ma questo valore varia a seconda della tipologia di treno con cui decidi di viaggiare. 

Nel caso in cui invece debba viaggiare con un animale in aereo (soprattutto con un cane), ricorda che devi acquistare un trasportino omologato IATA che ti permetterà imbarcare il cane o il gatto nella stiva. 

A prescindere dalla destinazione, è opportuno prepararsi adeguatamente e capire come viaggiare con gli animali munendosi di tutti i documenti necessari per poter trascorrere una vacanza serena. Per questo è auspicabile eseguire una visita veterinaria prima di partire, in modo da essere sicuri di che il tuo animale domestico sia correttamente coperto dalle vaccinazioni necessarie. Non dimenticare di portare con te il suo libretto sanitario: qualora dovessi ricorrere ad un veterinario in vacanza, sarà più facile poter procedere con le eventuali cure avendo presente il quadro “clinico” del pet. 

Inoltre, se stai programmando un viaggio all’estero dovrai ottenere anche il passaporto per animali riguardo al quale il tuo veterinario potrà darti tutte le informazioni delle quali hai bisogno. 
Infine, ricorda che la prudenza non è mai sufficiente quando si viaggia con il proprio amico a quattro zampe: soprattutto nel caso di trasferte con un cane, il tuo pet – disorientato dal nuovo ambiente e dai suoi odori – potrebbe scappare. A questo proposito, potresti acquistare il GPS per cani e gatti di Kippy che ti permetterà di rintracciare il tuo amico a quattro zampe ovunque si trovi.

Lascia un commento