Se facciamo mente locale, almeno una volta nella vita abbiamo ceduto alla tentazione di viziare il nostro cane. Come? Forse con una piccola trasgressione casalinga, come farlo salire sul etto; oppure, sicuramente, con il cibo. Tuttavia, quest’azione, anche se non rientra tra quelle problematiche che potrebbero avere conseguenze particolari sui comportamenti del nostro amico a quattro zampe, possono causare danni, anche gravi: infatti, il cibo sbagliato dato al nostro cucciolo, potrebbe portare ad alcune conseguenze.

Noti che il tuo cane perde il pelo? O che il suo manto non è più così folto e lucido? Soffre di problemi intestinali e spesso vomita? Probabilmente, allora, la sua alimentazione è sbagliata; oppure, forse, gli stai concedendo troppi stravizi. Cosa possono mangiare i cani? E cosa non possono? Vediamolo in questo post.

I cibi vietati ai cani: perché non potremmo darglieli?

Il sistema digestivo dei nostri amici a quattro zampe è decisamente più delicato del nostro. In particolare, quello dei cani, è estremamente fragile, nonostante la sua… “capienza”: infatti, lo stomaco del nostro migliore amico, sempre affamato e sempre alla ricerca di leccornie, specialmente dalla nostra tavola, può triplicare rispetto alla sua condizione normale.

Inoltre, l’acidità gastrica del cane è decisamente più forte e concentrata della nostra, specchio del fatto che le sue necessità alimentari sono totalmente diverse. Infine, i cani non possiedono tutti gli enzimi digestivi al pari di un uomo. E forse questa è la questione più rilevante, poiché un eccesso di cibo che non può essere digerito potrebbe risultare anche letale per il tuo amico a quattro zampe. Ma non spaventiamoci: anzi, vediamo quali sono i principali alimenti vietati ai cani, quindi, e perché.

Cibi velenosi per i cani: una piccola lista per la quotidianità:

Dolci, grassi, farinacei: questi sono solo un piccolissimo insieme di cosa non deve mangiare il cane. Esatto: in realtà i nemici più insidiosi sono proprio quegli alimenti più goderecci per i nostri cuccioli, come frattaglie e ossa. Ma vediamo più a fondo quali cibi vietare ai cani, e quale reazione questi potrebbero avere sul loro sistema digestivo.

Il cioccolato: nemico numero uno

Non solo zuccheri, che agitano il cane, poiché sono difficilmente digeribili (in effetti, i cani non dovrebbero mai mangiare dolci!): il cioccolato è pericoloso per i cani poiché contiene la teobromina, sostanza per la cui sintesi il nostro migliore amico non possiede gli enzimi. Insomma, un autentico veleno, non solo un alimento vietato.

Il gelato: una combinazione difficile

Questo è un cibo incriminato per antonomasia, perché potrebbe portare a uno shock termico. I cani, infatti, tollerano male i cibi freddi. A questo, si aggiunge il livello di zuccheri e di grassi contenuti in questo cibo, e il gioco è fatto.

Alt alla frutta secca!

Il tuo cucciolo va pazzo per pistacchi e arachidi? Pensi che le noci, fonte di potassio e magnesio per gli esseri umani, possano aiutare il tuo amico a quattro zampe a recuperare energie più velocemente? In realtà nulla di più sbagliato: la frutta secca, come nocciole, anacardi, oltre a quanto abbiamo già elencato, possiedono una tossina che per noi è assolutamente innocua, mentre per i cani, se assunta in quantità ingenti, può provocare persino la paralisi degli arti.

Ossa? No grazie!

Eccetto quelle del prosciutto, le ossa rappresentano un alimento pericoloso, specie se di pollo: infatti, queste possono rompersi in piccoli pezzi, causando lacerazioni all’apparato digerente e temutissime torsioni dello stomaco nei cani di taglia grande.

Cibi lievitati:

Pane, pizza, brioches. Spesso, questi cibi sono presenti in quasi ogni pasto della nostra settimana, tra colazione, pranzo e cena. Ma i cani tollerano male i prodotti lievitati; poiché il loro stomaco, che già di natura tende a ingrandirsi molto di più rispetto al nostro nella fase di digestione del bolo, con questi cibi potrebbe davvero provocare dolori e gonfiori al nostro cane. Quindi, se proprio non possiamo resistere, meglio dare al nostro cane pane raffermo, toccasana anche per i sui denti.

Fegato e interiora: golosità da limitare

Un cibo gourmet, non c’è che dire: fegato, rognoni e interiora sono una grande passione dei nostri amici a quattro zampe. I cani, per lo più, ne vanno matti: ma l’eccesso di questi cibi comporta un accumulo di vitamina A e rame che possono essere letali a lungo andare. Sono quindi da bandire? No, poiché il loro contenuto di ferro e minerali è salutare per i nostri cani, però meglio limitare il consumo di questi cibi a una volta ogni due mesi, integrando le carenze con mangimi specifici, ad alta digeribilità.

Insomma, cosa possono mangiare i cani?

Le coccole per i nostri amici a quattro zampe sono un momento immancabile, nel corso della giornata: viziarli, almeno un po’, è normale e sano. Basta, semplicemente, vigilare e fare attenzione a viene passato dalla nostra tavola ai nostri cani, per evitare errori e conseguenze sulla loro salute. Prediligere, quindi, un’alimentazione fatta di una giusta proporzione tra cibo umido e secco, tra cibo appositamente studiato per i cani, e cibo comune, che mangeremmo anche noi, come pollo, qualche verdura, riso.

Non puoi però seguire sempre il tuo amico a quattro zampe, quando sei fuori casa? Oppure chissà, magari qualcuno trasgredisce le regole, e di soppiatto, ha qualche infallibile scorta nascosta del suo cibo preferito? Con i localizzatori per cani, come Kippy, puoi sempre sapere che cosa sta facendo il tuo cane, per controllarlo e dimostrargli quanto ci tieni, anche da lontano. E ricorda: anche per i nostri amici a quattro zampe… la salute vien mangiando!

Tags: