Il cane ha sempre paura del temporale: si tratta, infatti, di un fenomeno dai risvolti per lui pericolosi, specie perché i temporali possono causare fughe improvvise del cane che, spaventato, corre alla ricerca di un riparo, in maniera istintiva. I nostri migliori amici, infatti, non sono in grado di dare una spiegazione logica a questo fenomeno, e reagiscono come natura comanda.

Che fare, quindi, di fronte a questo binomio “cane-temporale”? Vediamo insieme qualche consiglio che è sia di facile attuazione, che a costo zero, e rafforzerà ancora di più il rapporto tra noi e il nostro cane!

La paura del temporale: qual è la causa?

Come abbiamo detto, il cane ha paura dei temporali, si spaventa, per via dei forti boati dei tuoni, delle vibrazioni che questi causano, dei lampi improvvisi. Tuttavia, possiamo elencare anche altri elementi, appartenenti alla vita e al pregresso del nostro migliore amico, che possono farci meglio comprendere per quale motivo il cane sia spaventato:

  • Esperienze traumatiche nel passato con i temporali;
  • Una madre che, da cucciolo, ha trasmesso al cane la paura di questi eventi;
  • Condizioni di vita che fanno sentire il nostro amico poco protetto (per esempio, vivere all’esterno senza poter entrare in casa, specie in questi momenti).

Come aiutare il cane spaventato ad affrontare la paura dei temporali?

Un cane sensibile ai fenomeni atmosferici, specie quelli rumorosi, va sempre aiutato. Ci sono alcuni semplici gesti che possono aiutarci nel consolarlo, nel farlo sentire al sicuro e, soprattutto, far sì che il timore e la paura non si trasformino in un’autentica fobia:

  • Dare al cane un posto tranquillo: il cane deve potersi trovare un rifugio, all’interno di casa, in cui sentirsi incolume. Per esempio, sotto il letto, sotto il tavolo della cucina, nella sua cuccia.
  • Chiamiamo il cane quando arriva il temporale, e facciamolo rientrare: così, eviteremo che venga sorpreso dall’evento e che, quindi, scappi, ritrovandosi in situazioni molto pericolose.
  • Proteggiamo l’udito, così sensibile, del nostro cane: basterà semplicemente lasciare radio o TV accese, un po’ di musica.
  • Parola d’ordine: distrazione. Proprio così: durante il temporale, non c’è niente di meglio che il gioco! Sempre, però, lontano da finestre o porte con vetri, che amplificano il rumore forte dei tuoni.
  • Lasciamo a sua disposizione coperta e cuscino: la morbidezza è una grande consolazione per il nostro amico a quattro zampe. Inoltre, la coperta è un ottimo nascondiglio!

Cane e temporale: cosa non fare?

Non ci sono solo “cose da fare”, ma anche “cose da non fare”, segnali e gesti che il nostro cane potrebbe mal interpretare, allontanandosi da noi, pensando di commettere errori e di incappare, quindi, in ingiuste punizioni. Ecco una piccola lista:

  • Evitiamo di coccolare il cane: o meglio, evitiamo di farlo eccessivamente. Infatti, se restiamo troppo appiccicati al nostro migliore amico, non faremo altro che trasmettergli ulteriore paura, che lui avvertirà nel nostro comportamento ansioso: questo farà sì che il cane non possa trovare sicurezza in noi, e quindi fidarsi. Meglio lasciarlo tranquillo, soprattutto se non cerca la nostra presenza, accertandoci che stia bene, con qualche carezza e qualche parola dolce.
  • Non sgridiamo il cane: infatti, oltre a dover gestire la sua grande paura del temporale e dei rumori forti, dovrà anche fare i conti con il fatto che non sa perché lo stiamo sgridando, mentre lui cerca in noi un punto fermo e una sicurezza.

I comportamenti del cane spaventato dal temporale

Il nostro cane può adottare due comportamenti particolari: rimanere il più possibile vicino a noi, oppure appartarsi in un luogo che reputa sicuro. Le motivazioni? Sono molto semplici!

  • Se resta sempre al vostro fianco, camminando attaccato alla vostra gamba, significa che siete la sua “colonna”: in questo caso, mai mandarlo via o allontanarlo. Semplicemente, lasciatelo accanto a voi, senza dargli troppa attenzione, troppe coccole o, addirittura, prendendolo in braccio. Svolgete le vostre solite azioni, fino a che non sarà il vostro migliore amico a staccarsi da voi.
  • Se trova un rifugio sicuro in casa, significa che l’ambiente che lo circonda lo rende sicuro, tranquillo. Si trova a suo agio nella vita assieme a voi, e questo è un segnale di un’amicizia davvero indissolubile!

E se il cane scappa sempre, durante i temporali?

In questo caso, vi servirà un buon GPS per cani: Kippy, infatti, è in grado di localizzare in ogni momento il tuo animale, collegandosi alla rete telefonica con la SIM già inclusa nel dispositivo, e di inviare direttamente sul tuo smartphone, tablet o PC la sua posizione in modo che tu possa raggiungerlo ovunque si trovi.

Attraverso l’App dedicata potrai tenere monitorato il tuo animale così da sapere sempre dove si trova, sfruttando anche le funzionalità di recinto virtuale Geofence: un’alert ti avviserà non appena il tuo amico a quattro zampe lascia la sua area sicura, così saprai sempre dove si trova, anche in caso di fughe fortuite. Inoltre il nuovo Kippy Vita possiede Activity Tracker, che ti permette, in tempo reale, di monitorare tutti i parametri di movimento del tuo amico a quattro zampe, fornendoti ogni informazione necessaria al suo benessere, anche durante quei momenti caratterizzati dalla paura del temporale!