Due gambe… e quattro zampe: chi ama il proprio animale, ma magari ha poco tempo per portarlo a correre, può optare per un po’ di sano jogging con il proprio migliore amico: una grande opportunità di divertimento e di condivisione con il nostro cucciolo.

Correre con il cane è certamente un’esperienza divertentissima, ma che non può prescindere da comportamenti virtuosi, e da una buona educazione che consenta al nostro cane di salvaguardarsi dai pericoli e di non combinare guai, per noi e per gli altri.

Correre col cane: cosa sapere

Ci sono regole, innanzitutto, che servono a salvaguardare la salute del nostro migliore amico. Infatti, la corsa non è adatta a tutte le razze: perfetta per i meticci, allegri e vispi, ideale per i levrieri, ma sconsigliata, ad esempio, per cani dalla respirazione più difficoltosa e dal sistema cardiocircolatorio delicato, come i Carlini, i Boxer, e i Bull Dog. Attenzione anche alla mole del nostro cucciolo: i molossoidi, per esempio, a seguito di scatti ripetuti, possono accusare problemi alle zampe posteriori, essendo naturalmente predisposti a displasie. Nessun problema per Labrador, Golden Retriver e Pastore Tedesco!

Come correre con il cane?

Abituarlo gradualmente è la regola fondamentale: la corsa per il cane è un momento altamente ludico, di sfogo, e di gioia. Sicuramente i primi tempi cercherà di superarvi, si aggroviglierà con il guinzaglio, o tenderà a strattonare. Meglio, quindi, educarlo… passo-passo:

  • Innanzitutto, iniziamo con il camminare. Il cane dovrà restare al nostro fianco, come in una comune passeggiata;
  • Iniziamo a velocizzare un po’ il ritmo, quasi come se stessimo andando di marcia. Se il nostro amico inizia a cercare di superarci, o a velocizzare ancora di più l’andamento, possiamo controllarlo con un deciso “piano!”, tirando appena il guinzaglio;
  • Quando il cane avrà capito che dovrà seguire il nostro ritmo, possiamo accelerare e iniziare con la corsa, seguendo sempre le indicazioni che trovi sopra. Il tuo amico a quattro zampe è però davvero troppo brioso per la corsa? Fermati ogni volta che cerca di tirare e di andare troppo veloce.
  • Non essere precipitoso: al tuo cane servirà un po’ di tempo per capire che si tratta di un’attività controllata, e non di una corsa libera, come farebbe ad esempio, nel parco. Cerca di portarlo con te più volte che puoi, e armati di pazienza, soprattutto se il tuo cane è giovane: la loro voglia di giocare, infatti, è sempre tantissima.
cane corsa

Il cane e la corsa: cos’altro c’è da sapere?

È davvero fondamentale che il nostro amico a quattro zampe sia in regola con tutte le vaccinazioni, soprattutto quella contro la Filaria, e che sia protetto dall’antiparassitario più adatto a lui, per evitare che venga attaccato da zecche, pulci e pappataci. Infatti, correre con il cane negli spazi aperti, in campagna o in parchi, può essere il momento perfetto per gli attacchi dei parassiti.

Correre con il cane: il guinzaglio giusto

Già lo saprai, ma il collare a strozzo non è di certo la soluzione: il cane in corsa deve essere libero nei movimenti, sentendosi così sicuro di sé e del fatto che il padrone non lo bloccherà all’improvviso. Meglio una pettorina “ad H”, che abbraccia delicatamente la zona del dorso e delle costole, permettendo al tuo migliore amico la libertà di movimento ideale. Basterà poi attaccare alla pettorina il collare solito, che usi anche durante le passeggiate.

Condividere tutto, anche i momenti di jogging, con il cane: ogni occasione è buona per trovare un momento per stare insieme al nostro migliore amico! La corsa lo stimolerà, lo renderà più mansueto e, soprattutto, gli permetterà di bruciare calorie, ravvivando il suo sistema cardiocircolatorio.

Un ultimo consiglio: Kippy Vita, il localizzatore GPS per cani e gatti, con Activity Tracker, ti consente di controllare il tuo migliore amico durante l’attività fisica. Infatti, sull’app che puoi scaricare sul tuo dispositivo mobile, vedrai il consumo calorico e il suo ritmo di corsa.

Tags: