Portare il cane a spasso durante l’estate è sicuramente molto bello, ma ci sono dei pericoli a cui si potrebbe non pensare.

Camminare fa bene e si sa. Ma camminare sull’asfalto può diventare dannoso per il cane!

Secondo lo studio di James J. Berens, MD – Thermal contact burns from streets and highways, l’asfalto si scalda moltissimo sotto il sole nelle ore più calde della giornata. Noi indossando le scarpe non ce ne rendiamo conto e camminiamo come sempre senza troppo pensare alle superfici che calpestiamo. Le scarpe sono fatte apposta per questo! Durante l’estate molti cani invece sono messi a dura prova dalle disattenzioni del conduttore e rimangono scottati i cuscinetti digitali e metacarpali: il loro unici 4 punti di appoggio sul terreno. Immaginiamo di avere noi una scottatura di primo o secondo grado sotto i piedi… con quanta difficoltà e impegno riusciremo a fare rimarginare le ferite. La prima cosa da fare è avere piena consapevolezza: dai dati emersi dallo studio di James J. Berens, se la temperatura dell’aria è intorno ai 25°C, la temperatura dell’asfalto è di circa 50°C. Man mano che la temperatura dell’aria aumenta, aumenta  in modo quasi esponenziale la temperatura dell’asfalto. Appoggiamo per 5 secondi la mano sull’asfalto, premendo forte, e ci renderemo bene conto di quello che sentirà il cane sotto le sue quattro zampette.

La soluzione: alcune semplici regole da tenere presente durante le passeggiate con il cane e potrete godervi le passeggiate estive in tutta serenità!

COSA POSSIAMO FARE?

  • Ricorda di evitare di passeggiare nelle ore più calde della giornata. Sembrerà scontato, ma molti non lo fanno. L‘asfalto è rovente in queste ore. È il momento in cui mi è capitato più volte di vedere cadere le biciclette perché l’asfalto sotto il cavalletto si era ammorbidito, lasciando che il cavalletto si infilzasse nella strada. Se noi camminassimo a piedi nudi sulla strada rischieremmo delle ustioni. Anche il cane. Ricordiamoci, inoltre, che le ore più calde in estate sono pericolose anche per i colpi di calore e i colpi di sole causati dall’esposizione diretta dei raggi solari sulla testa. Senza cappellino può succedere anche a noi! Preferire le prime ore della mattina fino a metà mattinata e la sera, quando non vi è più sole diretto sull’asfalto.
  • Fai camminare il cane su erba, sterrato o piastrelle chiare. Anche nelle ore più calde, l’erba rimane sempre più fresca dell’asfalto. Quindi, se stiamo camminando su un percorso pedonale o ciclopedonale, ad esempio, ricordiamoci di tenere il cane dal lato dove può camminare sull’erba o sulla terra o sullo sterrato o piastrelle chiare. Scegliamo con attenzione il percorso da fare prima di uscire, in modo che il passaggio sull’asfalto sia ridotto al minimo.
  • Scegli il lato della strada in ombra, ogni volta che è possibile farlo. Una mia cliente a Roma è diventata bravissima a passare da un lato della strada all’altro per mantenere il passo nelle zone d’ombra. Scegliamo quindi le strade che abbiano case alte sia a destra che a sinistra. In una città come Roma è facilissimo, ma nelle città di mare, se evitiamo il lungomare, le vie del centro offrono spesso un lato in ombra o portici al riparo dai raggi solari (oltre che dalla pioggia).
  • Fai delle pause in aree verdi, all’ombra di un albero e sul prato. In estate, la fermata ad ogni parchetto che troviamo è un “must”! Cerchiamo acqua fresca per noi e per il nostro cane, al riparo degli alberi. L’erba sotto gli alberi è molto fresca, probabilmente si sdraierà a terra per goderne appieno. Controlliamo la temperatura con la mano sul manto del nostro cane. Bagnargli la testa con l’acqua aumenterà l’effetto rinfrescante e rilassante.
  • Controlla quotidianamente l’integrità dei cuscinetti (polpastrelli). Se avete seguito tutti i consigli da me riportati qui sopra, probabilmente non avrete problemi e avrete camminato in tutta sicurezza durante l’estate. Ma una controllata ai polpastrelli al rientro a casa è sempre una buona e utile pratica. Infatti, oltre a verificare che non ci siano scottature, possiamo vedere se i cuscinetti sono integri (da tagli o abrasioni a seguito della frizione dei polpastrelli sul terreno) e puliti da sassolini incastrati tra le dita, gomme da masticare attaccate al pelo e che non ci siano i temutissimi forasacchi sotto le zampe, nelle orecchie, nel naso e da qualsiasi altra parte del corpo. I forasacchi vanno sempre rimossi dal pelo prima che si possano infilzare nella pelle e causino gravi danni al cane.
  • In caso di scottature, niente “fai da te”, ma rivolgiti al tuo veterinario di fiducia. Lasciamo che sia il medico veterinario a fare la diagnosi e darci la migliore cura da seguire. Le ricerche su internet e il vicino esperto di cani non avranno mai la competenza complessa e completa per una questione di carattere medico. Questo vale anche per abrasioni, tagli o forasacchi, se li trovate infilzati nella pelle. Niente “fai da te” se vuoi fare guarire al più presto il tuo cane e continuare a goderti l’estate e la vacanza con lui in sicurezza e serenità.

Il mio consiglio:

In estate, volendo evitare le ore più calde della giornata, si rischia di camminare meno. Con Kippy Vita controllo direttamente dal mio smartphone che il mio cane faccia sempre il movimento che gli serve per stare in forma. Per questo fisso un’obbiettivo (in minuti) nell’applicazione di Kippy Vita sulla funzione “Walk” (camminata) e mi organizzo con le passeggiate in modo da raggiungere sempre il mio obiettivo. In questo modo, riesco a godermi la giornata senza pensieri, orari e calcoli: ci pensa Kippy per me! Daniela Cardillo

Dr.ssa Daniela Cardillo,  laureata in Tecniche di Allevamento del Cane di Razza ed Educazione Cinofila e parte del team internazionale di Victoria Stilwell, star della serie televisiva “Basta! Io o il cane”. Titolare del marchio GREENDOGS www.greendogs.it

© 2017 Copyright Daniela Cardillo

Si autorizza alla pubblicazione integrale del testo © 2017 Copyright Daniela Cardillo www.greendogs.it

Lascia un commento